Archive | Corso RSS feed for this section

Trasformare un’idea in Trading System: la programmazione

Molti trader, ad un certo punto della propria esperienza, scelgono di passare dal trading discrezionale alla modalità sistematica. È la risposta per chi decide di operare sulla base di regole e dati obiettivi, senza lasciare nulla al caso o alla soggettività. È anche un modo efficace per riappropriarsi delle ore passate ogni giorno davanti al monitor e per alleggerire lo stress emotivo ed i suoi effetti, dannosi sia per gli affari che per la qualità di vita in generale.

Optato per questo tipo di trading, arriva anche il momento di valutare se affidarsi totalmente ad uno dei Trading System disponibili sul mercato oppure realizzare il proprio personalmente. Noi di Algoritmica ci siamo posti l’obiettivo di incentivare la formazione di trader sistematici automatici e di aiutarli a diventare completamente autonomi nella gestione dell’infrastruttura informatica: per questo, oggi parliamo della programmazione di un Trading System.

La programmazione nel percorso di automatizzazione di Trading System

Dietro all’automatizzazione di un sistema di trading c’è un processo articolato in diverse macro-fasi, ciascuna delle quali necessita di studio e di competenze specific…

Come nasce un trading system: l’idea

Nel precedente articolo abbiamo riflettuto sul perché non sia plausibile, iniziando da zero, riuscire ad automatizzare i sistemi di trading in due giorni. Siamo partiti osservando che fare autotrading è un’operazione complessa, che coinvolge una vasta gamma di competenze differenti e che non può essere affrontata solo d’istinto.

Abbiamo poi concluso che, affinché il nostro Trading System risulti efficiente ed efficace, è necessario avere il controllo su tutto il processo di gestione. Per arrivare a questo dobbiamo completare un percorso articolato in sette macro-fasi. Riepiloghiamole, per comodità:

  1. Idea
  2. Programmazione
  3. Valutazione
  4. Ottimizzazione
  5. Validazione
  6. Portafoglio
  7. Autotrading

Oggi e nelle prossime settimane vogliamo concentrarci su ciascuno di questi step. Il nostro obiettivo è chiarire in cosa consistano, individuare quali siano le tematiche connesse ed evidenziarne le specifiche difficoltà. Cominciamo con il primo punto: l’idea.

Quali caratteristiche deve avere

Cercare l’idea per il nostro Trading System, per certi versi, corrisponde all’elaborazione di una valida visione imprenditoriale. Dobbiamo in sostanza precisare le tipologie di …

Automatizzare i sistemi di trading in due giorni, teoria o realtà?

Perché non puoi imparare ad automatizzare i sistemi in 2 giorni

Immagina un’operazione complicata e rischiosa, ad esempio un delicato intervento di cardiochirurgia. La sua riuscita può far guadagnare molto alla qualità di vita del paziente e alla carriera del medico. D’altra parte, un suo insuccesso può costare molto caro ad entrambi.

Immagina ora di voler automatizzare quell’operazione affidando ad un braccio robotico le mosse del chirurgo: quale pensi possa essere un tempo ragionevole da dedicare allo studio, all’implementazione e ai test operativi? Sicuramente non un paio di giorni, nemmeno disponendo di uno staff in cui sono radunati i più esperti chirurghi ed ingegneri al mondo.

Con il trading sistematico non ci troviamo forse di fronte a questioni di vita o di morte pari a quelle coinvolte nella cardiochirurgia, ma – come in essa – gli interessi in gioco e i rischi connessi sono similmente molto alti. Già per affrontare il trading di per sé le competenze necessarie devono essere ben consolidate: l’improvvisazione, infatti, porta difficilmente a risultati veri e duraturi. Se poi il tuo obiettivo è di automatizzare consapevolmente il tuo personale sistema di trad

Formazione permanente continua nel trading sistematico

La percentuale di trader che manda letteralmente in fumo il proprio capitale entro il primo anno di attività è vertiginosa: è stato infatti stimato che superi il 90%. Il problema non è che fare trading sia complicato. Attenzione: fare trading è complicato, ben inteso, ma non è questa la principale causa che porta al fallimento di così tanti nuovi investitori.

Molti sono attirati ad intraprendere questa attività dalla prospettiva di ottenere guadagni sostanziosi e facili. In effetti, bastano pochi minuti per prendere la confidenza con una piattaforma di trading sufficiente da aprire una posizione qualunque.

In seguito ad alcune mosse fortunate potresti anche arrivare a pensare di aver azzeccato la chiave giusta per interpretare le dinamiche del mercato. Tuttavia le perdite arrivano, inesorabili, ed è difficile riuscire a recuperare prima di aver irrimediabilmente compromesso il tuo capitale.

È questo lo scenario tipico in cui si ritrova chi si tuffa nel trading con superficialità e fretta, senza una preparazione adeguata. Nella maggior parte dei casi, l’approccio mosso esclusivamente dal desiderio cieco di fare soldi porta all’insuccesso.

Puntare al guadagno no…